Champagne Serge Mathieu

 

Benvenuti ad Avirey-Lingey nell'Aube...

Il dipartimento dell'Aube accoglie il vigneto più meridionale della Champagne viticola. Ad ovest e a sud di Troyes si estendono circa 6800 ettari di vigne che rappresentano quasi un quinto dell'area di denominazione Champagne. Attorno a Bar-sur-Seine, a 40 km a sud-est di Troyes, vi è il vigneto della Côte des Bars. Da ambo i lati della valle della Senna, la vigna si inerpica sui versanti collinari con la migliore esposizione e disegna un paesaggio incantevole, con dolci vallate, composto da un alternarsi di vigne, di foreste e di villaggi armoniosi in cui regna la stessa bella pietra bianca. Avirey-Lingey è uno di questi paesini. E' il feudo degli champagne Serge Mathieu, azienda a conduzione familiare saldamente legata all'Aube viticola che promuove e preserva tramite grandi scelte etiche ed ecologiche e vini di carattere che restituiscono con raffinatezza tutta l'originalità di questi territori.


Ad Avirey-Lingey

Da noi

Una “vacca” alla reception (?)

Benvenuti

« Si dice spesso che l'abito non fa il monaco. Per quanto riguarda gli Champagne Serge Mathieu non è così. L'impressione di chiarezza e di eleganza sprigionata dalle confezioni, il tocco sofisticato fatto da una cura estrema dei particolari e da un senso innato dell'estetica, si traducono entrambi negli aromi e nei sapori dei vini della gamma. Si parla molto di purezza del gusto: questi vini lo dimostrano, grazie ad una viticoltura intelligente ad a una vinificazione curata. Il vino di Champagne è naturalmente vivo. Per acquisire la necessaria morbidezza, gli occorre tassativamente un lungo invecchiamento. Altrimenti, deve subire un dosaggio che coprirà, giustamente, la raffinatezza dei suoi sapori. Sono rari gli Champagne che possono avvalersi di un invecchiamento pari a quello dei vini di Serge Mathieu, e questo per tutta la gamma. »

David Cobbold